Affonnatore di Vallivona -Resoconto campo estivo 2008

Posted by valloverticale on 2008-09-14 21:50:52 CEST

I gruppi speleologici del CAI di Napoli e GSA Vallo di Diano del GET sono stati impegnati nel campo estivo svolto sul Monte Cervati nel periodo compreso tra il 10 e 17 agosto 2008.
La principale attivita si e concentrata nell'inghiottitoio dell Affonnatore di Vallivona con l obiettivo di completarne il rilievo, terminare e fare nuove risalite, e produrre una documentazione fotografica. Non e mancata l esplorazione in superficie dell area che ha arricchito la conoscenza del territorio aggiungendo nuove segnalazioni e verificando le informazioni contenute nel catasto regionale della Campania.
continua.....clicca leggi l'articolo
vedi le foto

Il campo base e stato installato lungo il sentiero Alta Via del Cervati e degli Alburni, in localita Vallivona a quota 1200 s.l.m., su di uno spiazzo che affaccia proprio sulla panoramica verticale dell Affonnatore.
Il primo giorno e stato dedicato alle attivita logistiche, organizzazione dell area notte e dell aria giorno, con annessi angolo doccia e circolo bar rigorosamente davanti il fuoco. Hanno partecipato alle attivita Eleonora, Luca (senior), Marco, Norma e Umberto del gruppo speleo CAI NA, Pino, Rubens, Vittorio del GSA , senza dimenticare la mascotte Ragno Spellone.
Il secondo giorno due squadre sono entrate in grotta con l obiettivo una di arrivare al fondo ed iniziare il rilievo, la seconda di completare una risalita lungo il ramo principale. La risalita non ha dato grandi esiti; si e poi armato un traverso lungo la diga, posta all ingresso della grotta, per ispezionare un arrivo alto da cui si accede ad una sala. La squadra rilievo intanto non e riuscita ad arrivare al fondo a causa di un guasto all impianto di illuminazione di uno dei componenti, quindi si e preferito iniziare i lavori nel tratto iniziale della grotta, dal primo laghetto all’uscita, mentre altri due membri del gruppo raggiungevano il fondo per una perlustrazione approfondita effettuata con i faretti l unica risalita individuata come promettente e situata poco prima del ramo Franchetti.
Nel frattempo il campo si riempiva di altri speleologi: Ester, Lia, Liliana, Pasquale, Romualdo e Walter del GS CAI Napoli.
Il terzo giorno l attivita prosegue in superficie. Un bel gruppetto si dirige verso la cima del Cervati dove, finalmente, e possibile accedere alla Nevera, cosi detta per l accumulo di neve perenne che si vede anche dall esterno, ed effettuare il rilievo, sebbene parte della grotta sia occupata dal ghiaccio. Lasciata la Nevera ci siamo diretti verso la grotta del Santuario della Madonna delle Nevi sempre per eseguirne il rilievo.
Il 13 Agosto si formano nuovamente le due squadre. Una entra a Vallivona per eseguire il rilievo e scattare delle foto di documentazione della sala raggiunta, tramite il traverso, ed esplorata due giorni prima. La seconda effettua il rilievo di una piccola grotta segnalata verso la cima del Cervati ed individuata come la grotta posizionata alla quota più alta della Campania; altra segnalazione verificata, di cui e stato eseguito il rilievo e la documentazione fotografica, si trova lungo la strada che dal paese di Sanza giunge fino al campo.
Il quinto giorno e dedicato alla perlustrazione dell area. Una prima squadra si dedica alla zona denominata Donna Annina in cui vengono segnalati tre sprofondamenti ed una nuova cavita, mentre una seconda si concentra nell’area che circonda l Affonnatore ma non da buon esito. Infine una terza squadra effettua il rilievo di Varco la Peta una delle principali risorgenze dell Inghiottitoio. Al campo si aggiunge un altra speleologa, Rossella.
Il giorno di ferragosto, finalmente, si raggiunge il fondo di Vallivona e si inizia il rilievo fino al P26. Un altra squadra esegue il rilievo di una segnalazione situata nel comune di Caselle in Pittari. Questo e anche il giorno delle visite e della grande tavolata, ci vengono a trovare gli amici del gruppo GSA Laura e figli, Galileo, Elena, Vincenzo, Miriam , Antonio e Vincenzo Scelta.
L ultimo giorno di attivita si conclude il rilievo all Affonatore di Vallivona e si rivisita la risalita delle Lumache eseguendone il rilievo e la documentazione fotografica.
Il 17 Agosto e dedicato allo smontaggio del campo e al viaggio di rientro che per fortuna, ci ha risparmiato da estenuanti code autostradali.
In sintesi, le attivita all interno dell Affonnatore di Vallivona si possono considerare concluse, il rilievo e stato completato, le risalite sono state tutte verificate e terminano senza possibilita di prosieguo; le ricerche in superficie hanno pero permesso di conoscere meglio questa zona del Cervati e di individuare delle nuove grotte ancora da verificare.
vedi le foto

Invia ad un amico :: Commenti 1